18 settembre 2012

Trucchi naturali da portare d’estate


La stagione estiva, diciamo la verità, è sempre complice delle donne che finalmente possono abbandonare l’uso di cosmetici che durante l’inverno sono stati l’aiuto indispensabile per coprire  quei piccoli difetti e quelle discromie di colore sulla pelle (come le famose occhiaie) che grazie all’abbronzatura come in una magia sembrano non esserci più. Ma prima di arrivare all’abbronzatura (esponetevi al sole sempre con un fattore di protezione alto) e ai trucchi colorati è molto importante preparare in modo adeguato la pelle.


Per questo potete utilizzare dei primer. Finora quelli più utilizzati erano formulati in crema, ma adesso ne esistono anche sotto forma di sieri ed oli che rendono la pelle luminosa e super idratata. La principale funzione di questo tipo di prodotti consiste nel levigare e perfezionare la pelle in modo da consentire una migliore stesura del fondotinta (anche in questo caso scegliete fondi con fattori di protezione), a queste poi si aggiungono proprietà sebo regolatrici, nutrienti, anti-aging e foto correttive a seconda delle caratteristiche specifiche del prodotto. Dopo i primer applichiamo i trattamenti quotidiani, adatti al tipo di pelle su cui interveniamo.

Questa è la stagione del “Prep and Prime”,  dove si deve prestare più attenzione alla pelle che viene stressata di continuo dagli agenti inquinanti delle grandi città e, in questo periodo così caldo,dall’aria condizionata, che non è un vero e proprio toccasana per la pelle, ma rimane necessaria per alleggerire la sensazione di calura e afa estiva e che, oltretutto, manda via più facilmente l’abbronzatura.
Perde di importanza il fondotinta e ne acquista quello che facciamo prima, tutto il processo di preparazione della pelle, appunto il “Prep and Prime”. Per evitare l’effetto mascherone, invece, è importante non eccedere con l’applicazione del fondotinta sia nella scelta del colore che nella stesura, vi consiglio quindi di utilizzare soprattutto dei prodotti fluidi che si fondono con la pelle. L’importante è che ogni elemento del make up si fonda con l’altro in modo omogeneo e senza linee nette di demarcazione, e di applicare piccole quantità di prodotto. Ormai lo sanno tutti che nella costruzione di un trucco è meglio aggiungere che togliere e che il colore del fondo deve essere più simile alla tonalità della pelle in modo da non creare differenze di colore e per far sì che il colore rimanga della stessa tonalità nell’arco delle ore.
E sulla scia di questo effetto naturale e radioso, bisogna evitare l’uso della cipria, per non rischiare di cadere in un effetto polveroso e piatto, troppo evidente sotto la luce gialla del sole, illuminando al contrario i punti luce del viso con prodotti dalla texture cremosa come gli highlighters (che tradotto letteralmente significa: mettere in risalto, illuminare, far risaltare).


 Se vi piace un trucco naturale come quello della foto allora curate le sopracciglia, enfatizzatele con un ombretto sfumato rendendole più scure del colore dei capelli. Aggiungete un gloss trasparente alle labbra. Ultima raccomandazione se la vostra cliente non riesce a rinunciare al trucco neanche al mare, non effettuate un make up completo ma focalizzatelo in un punto di forza del suo viso: gli occhi o la bocca.
Foto: Valerio del Moro
Make up and hair : Rocco Ingria
Assistente make up and hair : Giulia Quintarelli
Modella: Linda Bof

da La Pelle beauty giugno-settembre 2012



Nessun commento:

Posta un commento