24 dicembre 2013

Un Make up per il nuovo anno

foto : Ginevra Guidotti 
L'eyeliner è il cosmetico per delineare la forma degli occhi così da dare profondità allo sguardo e valorizzare il taglio degli occhi stessi, e contrastare soprattutto quelli con il colore chiaro. La linea può essere più o meno spessa mantenendo sempre la pecurialità della "linguetta" o "coda di rondine" nella parte esterna.
La sua composizione è simile a quella del mascara, cioè pigmenti diluiti in base acquosa e, come per quest'ultimo, il colore più diffuso ed utilizzato è il nero.
Se volessimo ripercorrere la sua storia nel tempo, lo troveremmo sugli occhi degli antichi egizi, che con un prototipo di quello moderno si coprivano la rima ciliare per proteggerla dalla sabbia del deserto, e sugli occhi di Cleopatra, passando per il mondo orientale con il trucco delle geishe.
A farne un must assoluto sono gli anni Cinquanta, il periodo in cui “lo sguardo da cerbiatta”, lo stile ed il look di un’epoca ancora oggi tanto attuale. Così il nostro eyeliner trionfa sugli occhi delle dive del grande schermo, sullo sguardo delle signore e diventa simbolo di una femminilità intensa e sensuale. 
Marilyn Monroe sara l'icona che più rappresenta questo momento, indosserà una versione di eyeliner personalizzata ( dalla forma particolare ed unica, a solo per lei e detta “a pagoda“) per render ancor di più lo sguardo languido ma senza tralasciare la chiave classica di stesura " "a coda di rondine". E così l’eyeliner, che ci ricorda spesso quello, un pò più spesso di Audrey Hepburn nel film Vacanze Romane o ci fa venire in mente l’universo delle pin-up, è stato molto in voga anche negli anni Sessanta, utilizzato per dare profondità immensa allo sguardo e sottolineare le ciglia inferiori, disegnandole come faceva la famosa modella Twiggy, fino ad arrivare a un’epoca più moderna con personaggi come Maria Callas, Sophia Loren, Madonna ed Amy Winehouse, che lo hanno usato, ognuna con il proprio stile, per caratterizzare la loro immagine da diva.

Nella foto che vedete ho voluto un pò stravolgere l'applicazione, interrompendo la linea nella parte centrale della palpebra e concentrando l'effetto nella parte esterna dell'occhio, con la classica linguetta, e nell'angolo interno a chiudere l'inizio del naso. Sulla palpebra centrale ho applicato un color vaniglia per accentuare il contrasto con il nero. All'interno della rima palpebrale ho applicato una matita color avorio per ingrandire lo sguardo. Sulle ciglia superiori ed inferiori, doppia applicazione di mascara, prima uno viola e sopra il nero. Le labbra rigorosamente "nude", per non contrastare il vostro sguardo.

foto : Ginevra Guidotti

backstage / foto : myself
backstage/ foto : myself

Nel secondo make up il colore vince su tutto. Palpebre truccate di colori che sembrano arrivare direttamente dall'arcobaleno e dalla natura. Colori che, come spiega la teoria di Goethe, sono qualcosa di vivo, umano che hanno origine nelle manifestazioni naturali, ma trovano la perfezione nella visione e nell'animo dell'osservatore. Quindi, a seconda del colore che deciderete di adottare, esso assume anche un secondo aspetto ( come, d’altronde, accade nella cromoterapia) e può essere associato a stati d'animo
Ad esempio, l'arancio, scelto da Tamara, è simbolo di armonia interiore e  manifesta vitalità ed energia; il rosa ha la capacità di aumentare l'intuito femminile e aiuta a mettere gli uomini in condizione di capire meglio le donne (un buon motivo per iniziare ad utilizzarlo!) ed il rosso, invece, è sinonimo di forte passionalità, di grande personalità e di fiducia in se stessi.

foto : Ginevra Guidotti


Applicato con una forma geometrica ben delineata su tutta la palbebra mobile, ho scelto una texture cremosa di ombretto dalla tonalità arancio e ho definito la forma rettangolare con una matita rosso-arancio, per ottenere dei contorni più netti e precisi. 
In seguito ho creato una linea grafica di eyeliner, color nero, applicata su tutta la bordatura della palpebra.
Anche in questo make up ho lasciato le labbra "nude" per lasciare lo sguardo in prima linea.

Potrebbero essere entrambi una buona opzione per il vostro make up di fine anno per apparire diverse ed originali senza perdere la vostra bellezza e il vostro fascino. 
Intanto Buon Natale!

Rocco

L'Outfit per Capodanno su Look Like A Model:
http://www.looklikeamodel.it/2013/12/loutfit-e-il-trucco-perfetto-per.html
ed anche su PinkRoma.it:
http://pinkroma.it/lifestyle/loutfit-per-capodanno-allinsegna-del-lusso/

foto : Federica Cioccoloni

photographer : Ginevra Guidotti 
www.ginevraguidotti.com
photographer still life : Federica Cioccoloni
http://www.federicacioccoloni.it/index.php.htm
model : Tamara D'Andria
http://www.looklikeamodel.it/
make up and hair : myself
clothing, accessories and place: White Gallery - Rome

22 dicembre 2013

Un regalo sempre gradito


Sotto l’albero, ogni Natale, è facile trovare un kit trucco.
Tutte le case cosmetiche, infatti, nella holiday collection inseriscono almeno una palette per viso ed occhi.
Belle da vedere ed utili da usare sono il regalo perfetto non solo per le teenagers. Opachi, satinati o glitterati, i prodotti contenuti soddisfano le esigenze di tutte le donne.

Scegliete la confezione che più vi piace, da regalare alle amiche o a voi stesse.

Sephora

Too Faced

Pupa

Pupa

Pupa

Make Up For Ever

Mac Cosmetics




19 dicembre 2013

Idee per il make up delle feste

Ecco qualche idea per il make up delle feste!

Labbra lucide e rosse, occhi naturali


Rosa e viola per il trucco degli occhi

Occhi e labbra intensi


Ispiratevi a Gucci e Armani per un make up classico.

Armani

Armani



Gucci

 Se siete eccentriche, prendete ispirazione da Galliano.

Dior

Dior


Buone feste a tutte!!!



http://www.scuoladitrucco.net/

18 dicembre 2013

Il make up delle star: Blake Lively

Bella, bionda e giovane, sta facendo strada nel magico mondo del cinema.
Icona fashion, amata dal grande pubblico.
Stiamo parlando di Blake Lively: impossibile non associarla a Serena Van Der Woodsen di Gossip Girl (o al marito Ryan Reynolds!).
Capelli raccolti, ciglia infinite e rossetto appena rosato

Rossa, come Jessica Rabbit, con labbra nude

Meravigliosa, sembra uscita da un libro di favole con la treccia raccolta, gli orecchini a fiore ed un trucco leggero

Capelli lisci, un po' spettinati e rossetto fucsia

Mora per esigenze di copione, trucco naturale e sguardo magnetico

Fiore tra i capelli, treccia ed abitino bianco con make up leggero e ciglia finte.

Con il marito Ryan Reynolds

Con l'amica/nemica Blair Waldorf (Leighton  Meester)

E voi, che ne pensate di Serena? Opssss... Blake!


http://www.scuoladitrucco.net/


17 dicembre 2013

Come porteremo le sopracciglia nel 2014?

Come porteremo le sopracciglia nel 2014?
Semplice!
La moda le vuole wild, naturali, folte, come quelle di molte celebrities. 
Cara Delevingne, Demi Lovato e Jennifer Connelly sono l'esempio perfetto.

Cara Delevingne

Demi Lovato

Jennifer Connelly



I prodotti per colorarle e mantenerle in ordine sono tantissimi, di ogni marca e per tutti i gusti. 
Vediamoli insieme.


Make Up For Ever

Benefit

Essence

Givenchy

Mac Cosmetics

Shiseido




Ma se volete imparare tutti i segreti per averle perfette, giorno dopo giorno... partecipate al Workshop Ciglia e Sopracciglia che si terrà il 25 e 26 Gennaio 2014 presso la nostra scuola!
Con questo workshop della durata di 2 giorni, si potrà fare una full immersion in un argomento spesso poco trattato durante i corsi base: l'arcata sopraccigliare.  
Il workshop, aperto a tutti i truccatori professionisti, è consigliato anche ad estetiste o a semplici curiosi ed appassionati.
Durante il workshop si imparerà a depilare correttamente l'arcata sopraccigliare, a ripristinare una nuova forma secondo il tipo di viso seguendone l'aspetto comunicativo e svelando tutti i segreti per una corretta colorazione.
Il secondo giorno si passerà ad analizzare un altro dettaglio del trucco degli occhi: le ciglia, cercando di capire le differenza tra le diverse tipologie di mascara, la scelta del giusto prodotto, l'uso di ciglia finte e la tecnica della permanente per una piega impeccabile.

Cosa state aspettando? Per info potete chiamare il numero 0695225879 oppure inviare una mail a info@scuoladitrucco.net



http://www.scuoladitrucco.net/









13 dicembre 2013

La cipria HD

E se una volta c'era la famosa "polvere di riso", tanto ricercata ed ambita per creare punti luce nella base o per rendere il trucco completamente diafano come bambole di porcellana, oggi sono molto in voga i prodotti HD ed in particolare la cipria HD (High Definition), cioè alta definizione.

Alcune case cosmetiche si stanno dedicando alla nascita di questi prodotti che sembrano essere diventati indispensabili per correggere e camuffare le imperfezioni delle star, “vittime“ dell'alta definizione del digitale terrestre che, se da una parte a reso migliore la visione delle immagini per lo spettatore finale, ha penalizzato le celebrities, ossessionate dall’idea di apparire piene di impurità e difetti sullo schermo.
Nelle linee specifiche HD sono compresi altri prodotti come il fondotinta, il blush in crema ed il primer.




  

Testo di Rocco Ingria

Tratto dalla rivista Sì n.24



12 dicembre 2013

Cipria: pelle di velluto

Per molti anni è stato il cosmetico più utilizzato e richiesto ed ha rappresentato il must – have assoluto delle tendenze make up negli anni Ottanta: viso gessoso senza la minima trasparenza, una pelle decisamente più chiara rispetto al colorito naturale, con conseguente appesantimento delle linee di espressione. Proprio per questo motivo sono nati molti pregiudizi intorno a questo cosmetico, che, ancora oggi, lo rendono poco amato ed usato dalle donne, soprattutto di una età non più giovanissima.
Nonostante questa brutta fama, è il cosmetico essenziale per la riuscita e la durata di buon trucco. Per noi truccatori, un make up senza risulta incompleto e tecnicamente imperfetto.
Se ancora non l’avete capito, stiamo parlando della cipria.
Proveniente da Cipro, da cui prende il nome, e consacrata alla dea della bellezza e dell'amore Venere, veniva usata inizialmente come profumo, per poi divenire il cosmetico più utilizzato in Europa nel XVII secolo per la colorazione delle parrucche maschili e femminili. Si è trasformato, infine, nel prodotto indispensabile per fissare ed opacizzare il make up di ogni donna.
Composta da caolino, amido e riso, con la moderna tecnologia ha completamente trasformato le caratteristiche della "vecchia" cipria, utilizzando polveri leggerissime ed impalpabili, arricchite con principi attivi. Oggi la cipria è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di trucco, anche quello più naturale e leggero come vogliono gli ultimi trend.

Esistono due tipi di cipria: quella in polvere libera, non pressata, e quella compatta. La prima, amata dai truccatori, viene usata durante le varie fasi dell'esecuzione del trucco poichè le polveri libere, a causa della mancanza di leganti, hanno un azione fissante e opacizzante, rimanendo impalpabili e lasciando un effetto finale trasparente e naturale; la seconda, quella compatta, più coprente, è molto utile per i ritocchi ed ha lo scopo di opacizzare la zona a T – fronte, naso e mento - e rinfrescare il make up per renderlo sempre luminoso e perfetto, anche quando siete fuori casa per lavoro o durante una serata mondana. Avete presente la famosa frase: " andare ad incipriarsi il naso ", il suo significato è proprio questo.
Entrambe sono custodite in contenitori, quelli più in voga furono delle scatole, che le grandi industrie di cosmetici commissionavano ad artisti e disegnatori, riflettendo così i periodi storici attraverso i diversi materiali utilizzati e le preferenze artistiche del momento. Dalle scatole Art déco, a quelle di latta, da quelle in cartone o bachelite fino a quelli più lussuosi, come quello lanciato da Black, Star & Frost: un portacipria oro con fermaglio in diamanti.
La cipria, sia applicata da sola sia messa dopo la stesura del fondotinta, dona alla pelle un effetto vellutato.
Le sue funzioni fondamentali sono tre. La prima è quella di fissare il fondotinta  aumentandone la tenuta ed  evitando macchie ( accumulo di prodotto ) in diverse zone del viso.
La seconda è rendere più asciutte le zone dove verranno applicati altri prodotti in polvere ( blush, terra, ombretti ) in modo che le sfumature risultino omogenee e perfette.
La terza, infine, è eliminare l'effetto lucido dovuto ad alcuni prodotti oleosi o a tipologie di pelle con una secrezione sebacea maggiore, come nel caso della pelle acneica o nella classica zona T.
Grazie alla sua trasparenza non altera di molto nè il colore dell‘ incarnato nè la tonalità del fondotinta scelto.
Per applicarla, avrete bisogno di due strumenti indispensabili: il piumino di velluto o il pennello. Con quest'ultimo l'effetto sarà più leggero e trasparente, mentre con il piumino, dovendo tamponare il prodotto, l'effetto sarà più opaco e coprente.

Per evitare una distribuzione non omogenea, rimuovete l'eccesso di prodotto dal piumino e dal pennello, prima di applicarli sul viso.


Testo di Rocco Ingria

Tratto dalla rivista Sì n.24



11 dicembre 2013

Victoria's Secret Fashion Show 2013


Si è tenuto ieri sera l'attesissimo Fashion Show di Victoria's Secret. Durante la sfilata, è stata presentata la nuova collezione di intimo, tutta tempestata di glitter!
Per le top più belle, il make up artist Dick Page ha utilizzato i prodotti beauty della maison realizzando smokey nei toni del bronzo e labbra nude, mentre l'hairstylist Orlando Pita ha creato acconciature perfette con le piastre e phon GHD.
Ospiti musicali della serata: Taylor Swift, Fall Out Boy, Neon Jungle e A Great Big World.
Special guest in passerella, Cara Delevingne.


Doutzen Kroes

Adriana Lima & Candice Swanepoel 

Taylor Swift

Adriana Lima

Cara Delevingne

Alessandra Ambrosio



http://www.scuoladitrucco.net/