29 maggio 2013

Rossetto: protagonista dalle antiche origini

Sicuramente è il protagonista indiscusso del make up ed ha origine antichissime: alcune tracce dei primi prototipi vengono trovate già nel 2.800 a.C., in uso nella popolazione sumera.
La sua storia passa, quindi, attraverso i secoli, imponendosi nelle mode e nello stile delle donne, fino ad affermarsi come oggetto di culto nella vita di tutti i giorni.
Gli Egizi, per esempio, coloravano le labbra con il rosso argilla mescolato con oli, grassi e resine con l’aiuto di un bastoncino d’avorio; i Romani, invece, utilizzavano paste colorate ottenute con cinabro e minio; particolarmente curate nel feudalesimo, in cui si prediligeva un modello di bellezza di stampo nordico con pelle bianca e labbra rosse.
Nel XVI secolo vengono messi a punto i primi antenati del rossetto, ovvero delle misture ottenute con coloranti vegetali e cera d’api, ma spetta a Guerlain, fondatore della famosa casa cosmetica, oggi conosciuta principalmente per i profumi, il merito di aver inventato, nel 1828, la prima pomata per labbra, mentre risale al 1915, grazie all’ingegno di Marl Levy, la creazione del primo vero rossetto (in formato stick) e l'invenzione del portarossetto per averlo sempre con sè.
Il rossetto è sempre stato un alleato prezioso per la bellezza delle donne, per mettere in risalto le labbra con  il colore “assoluto“, peculiarità che lo differenzia dagli altri cosmetici: dal rosso, tonalità classica e più conosciuta, dal quale deriva il  nome (in francese "Rouge"), alle tonalità più disparate, che assecondano stagioni e nuove tendenze.

Come i prodotti di cura e di abbellimento, si sono evoluti anche le forme e le proporzioni ideali delle labbra: dalla bocca degli anni Venti con la forma a cuoricino alle labbra voluttuose e lucide degli anni ‘50, ad oggi, periodo in cuisi preferiscono labbra grandi e voluminose, con colori più naturali.


Come applicarlo, ecco alcuni consigli.
Prima di tutto, utilizziamo una matita (di una tonalità leggermente più scura o in armonia con il colore scelto) per delineare il contorno preciso della bocca e per evitare che il rossetto sbavi. Partendo dalla parte centrale procedete a piccoli tratti fino agli angoli della bocca ed applicate la stessa su tutte le labbra, così il rossetto sarà più intenso e durerà più a lungo.
Inoltre con la matita, potete ingrandire (sempre di poco, mi raccomando) la forma naturale delle labbra.
Vi svelo un piccolo segreto: con un po‘ di correttore miscelato con un pizzico di fondotinta e con l'aiuto di un pennellino, potete andare a  correggere gli eventuali errori che avete fatto con la matita, disegnando così una linea perfetta.
A questo punto applicate il rossetto: potete farlo direttamente dallo stick, tirando leggermente le labbra o con un pennello specifico, per ottenere un contorno più preciso e, se volete giocare con due colori, vi consiglio di applicare il colore più chiaro nella parte centrale per ottenere un “effetto volume“ molto naturale.

To be continued... Continuate a seguirci! 



Testo di Rocco Ingria
http://www.roccoingria.com/
http://www.scuoladitrucco.net/

Tratto dalla rivista SI' n.11

Nessun commento:

Posta un commento