12 giugno 2013

Contouring Face Map



Il contouring per me significa cambiare, accentuare, nascondere, amplificare  o definire tutto il volto. L’abilità nell’eseguire il chiaroscuro è forse l’arma più importante per un truccatore.
E’ anche la più antica tecnica di trucco, quella che tutti i grandi maestri hanno definito come “arma segreta”. Credo che sia proprio la capacita’ di eseguire un buon chiaroscuro a fare la differenza tra un buon truccatore e un grande professionista.
Tuttavia, il chiaroscuro può essere anche la parte del make up più confuse, distruttiva e fuorviante. Infatti è meglio non cimentarsi nell’esecuzione del chiaroscuro se l’effetto non viene poi realizzato correttamente.

I prodotti che si usano sono: blush dalle tonalità naturali e fondi di due o tre toni più scuri.










PERCHE' SI FA IL CHIAROSCURO:
      1)      Per dare definizione e rilievo allo zigomo;
      2)      Per allargare stringere o rimpicciolire un naso;
      3)      Per creare turgore alle labbra;
      4)      Per creare un profilo del mento ben definito;
      5)      Per alzare occhi cadenti;
      6)      Per minimizzare una fronte troppo spaziosa;
      7)      Per riempire una stempiatura troppo evidente;
      8)      Per allargare o ingrandire gli occhi.

In questa foto è visibile l’applicazione dell’ombreggiatura.
Questa tecnica correttiva e’ dedicata al make up professionale anche se molti giovani truccatore non la usano quasi mai.

QUELLO CHE NN SI DEVE MAI FARE:
      1)      Non usare mai prododotti shimmer per realizzare il counturing
      2)      Non usare nuances che appartengono a tonalità diverse dai naturali e al massimo solo di due o tre toni più scuri.


PRIMO STEP: LE OMBRE DELLO ZIGOMO
Immaginiamo di tracciare una linea dall’angolo esterno delle labbra fino all’inizio dell’orecchio. L’ombreggiatura va creata sotto questa linea, partendo dall’orecchio. E’ consigliabile non fare il contrario (come invece possiamo fare con l’applicazione del blush) perchè la quantità maggiore di prodotto non deve concentrarsi al centro delle guance, ma al di sotto dell’osso zigomatico.
La seconda linea immaginaria parte invece da entrambi i lati del naso e andrà ad intersecare gli angoli (esterno ed interno degli occhi). Queste due linee devono essere parallele (come si vede dalla foto). A questo punto si crea un’ombreggiatura proprio tra le due linee sfumando  molto bene I bordi. Questa tecnica fa indietreggiare un po’ la tempia, rende lo zigomo più pronunciato e alza gli occhi.









SECONDO STEP: LE OMBRE DELL”ATTACCATURA DEI CAPELLI
Questa foto si spiega da sola. Serve solo a ricordare di sfumare il colore in questa area.
Generalmente preferisco ombreggiare di più la zona  vicina alle tempie. Per fare questo, comunque, non bisogna mai usare prodotti brillanti e bisogna cercare di ombreggiare la parte centrale della fronte ma rimanendo vicinissimi ai capelli.
(Questa tecnica di correzione va bene per fronti molto spaziose, per contorni squadrati o eccessivamente rotondi e per attaccature di capelli  un po’troppo alte. 
NON e’ indicate per volti piccoli o attaccature basse).

Adesso andiamo a creare un’ombra nell’incavo dell’occhio. Quest’ombra verraà molto bene se realizzata con un marrone chiaro matt e potrà slittare leggermente più in alto se abbiamo occhi maturi o cadenti. L’unica accortezza sarà quella di realizzare un' ombra veramente molto leggera e l’occhio non dovrà in alcun modo sembrare truccato.
(Questa correzione va bene per definire meglio gli occhi con un look natural e nello stesso tempo per aprire occhi piuttosto piccoli)



TERZO STEP: IL CONTORNO DEL MENTO
Questa ombreggiatura è molto valida sia per il mento che per il collo. Se si vede la foto sarà facile vedere dove è stata creata l’ombreggiatura. 
Io generalmente sfumo il colore lasciando la parte più scura molto vicino il mento e la schiarisco scendendo verso il collo.
Con questa tecnica si può veramente aggiungere carattere e definizione ad un volto. L’unica accortezza sarà quella di controllare molto bene che la sfumatura sia perfetta o  sembrerà solo una linea orribile di fondotinta.
Questa applicazione è indicata soprattutto a chi ha un viso rotondo o con delle guance molto pronunciate, mentre non è adatta a volti molto magri o con delle ossa troppo sporgenti.












Testo di Rae Morris
Testo ed immagini tratti dal libro "Make Up - The ultimate guide"
Traduzione: Rosy Alai

Nessun commento:

Posta un commento