30 gennaio 2014

"M" come Madonna


Negli anni ottanta Madonna incarna una delle sue mille personalità, quella della material girl orientata al marketing e a una celebrazione disincantata e provocatoria del culto per il dio denaro.
Un'icona sintetica, capace di metabolizzare di tutto: 
celebrazioni del divertimento ed approccio disinibito alla vita,
 ripetuti accenni di neomisticismo, 
svariate concessioni al sesso più o meno estremo, 
 Italians do it better o Boy toy sono slogan che torneranno spesso nella sua iconografia ribelle di questi anni, gustose incursioni nella cultura gay, 
citazione di miti e suggestioni del passato.

 

 




 


Da Popstar sopraffina concepisce ogni sua nuova uscita discografica come un progetto unitario e coerente, dalle sonorità al ritornello e ai testi. 
Cura che si estende all'immagine, alla resa del video ed alle nuove tendenze che poi tutti gli adolescenti copieranno nel look quotidiano ( "Immaginatevi me, sul palco, e davanti migliaia di ragazzine con addosso esattamente i miei stessi vestiti" ha dichiarato recentemente durante una conferenza stampa parlando dei primi anni di carriera). 
Schiava e ribelle, trasgressiva e conformista, materialistica e mistica, Madonna è l'esemplificazione della material girl assoluta, sempre di tendenza, sempre cool.




Eccessiva, con palpebre truccate in tonalità scure e cupe, bionda con una vistosa ricrescita, tra i suoi accessori troviamo ciondoli, mezzi guanti, biancheria intima indossata su gonne e jeans cortissimi.

 


All'inizio della sua carriera nulla sembrava spaventarla ed incarna a pieno il mood anni Ottanta puntando (ma quanto consapevolmente non è dato saperlo) principalmente alle sopracciglia pettinate verso l'alto, "selvagge" (che in seguito renderà più sottili) ed i capelli voluminosi e gonfi. 


Un elemento ricorrente, da quegli anni fino ad oggi, nel suo make up è la linea grafica tracciata dall'eyeliner nero, che spesso abbina con le labbra abbellite da diverse tonalità di rossetto rosso, sempre intenso ed acceso.





 



 



Madonna.
Unica, inimitabile.





Testo di Rocco Ingria

Nessun commento:

Posta un commento