31 marzo 2014

The Art of Male Make Up by David Horne

David Horne, direttore e fondatore della Scuola di Make Up di Illamasqua, ha da poco pubblicato un libro sull'arte del make up maschile.

David Horne con il suo libro

La copertina del libro

Horne @ work

Per acquistarlo, potete inviare una mail all'indirizzo hausofhorne@yahoo.com

28 marzo 2014

I miti della fotografia: Peter Lindbergh

Fotografo di moda tedesco, Peter Lindbergh ha ritratto molte top model come Christy Turlington, Kate Moss, Naomi Campbell, Linda Evangelista, Eva Herzigova, Cindy Crawford, Stephanie Seymour, Isabella Rossellini, Nastassja Kinski e Tatjana Patitz. 

Il fotografo
Molti suoi lavori sono apparsi nel magazine Vogue e in riviste come Marie Claire, Interview e Harper's Bazaar. 
Ha pubblicato due libri: 10 Women by Peter Lindbergh (1993) e Peter Lindbergh: Images Of Women (2004).

Penelope Cruz

Milla Jovovich

Kate Winslet

Cara Delevingne

Scarlett Johansonn

Nicole Kidman

Amber Valletta

Calendario Pirelli

Beyoncé

Christy Turlington

Kate Moss

Kate Moss

Monica Bellucci

Brad Pitt

Helena Christensen



http://www.scuoladitrucco.net/

27 marzo 2014

Il make up delle star: Nicole Kidman

Vincitrice di molti premi, tra i quali un Oscar, è considerata una delle migliori attrici degli ultimi anni.
Tra i suoi film , Moulin Rouge!, Eyes Wide Shut, The Hours e Ritorno a Cold Mountain.
Nicole Kidman ha conquistato tutti con la sua bellezza e la sua bravura, peccato per il periodo "botox" che l'ha resa quasi irriconoscibile.
Il suo ultimo lavoro, un film su Grace Kelly,  ha suscitato numerose polemiche.
Il suo look semplice e chic è caratterizzato da un make up nude, su un viso di porcellana, spesso incorniciato da ricci biondi.

Nicole agli esordi, look acqua e sapone ed una cascata di riccioli rossi

Chic con un look nude e capelli sciolti, con il marito ed in attesa della loro bimba

Ricci biondi, trucco naturale, ma inizia ad essere inespressiva a causa del botox

Labbra nude, eyeliner e treccia. Chic e bellissima

Eyeliner e rossetto rosso per Moulin Rouge!

Irriconoscibile: troppo bionda e troppo gonfia.

Altra foto degli esordi: capelli lisci rossi, labbra fragola e trucco degli occhi molto naturale

Capelli castani, labbra e blush mattone.

Niente trucco per Eyes Wide Shut

Look bon ton per impersonare la principessa Grace Kelly

Naso posticcio per interpretare Virginia Woolf in The Hours

Meravigliosa testimonial Chanel

E voi, cosa ne pensate della Kidman?

24 marzo 2014

I miti della fotografia: Tom Munro

Tom Munro è un noto fotografo di moda e delle celebrità. Inglese di nascita, Tom si trasferì a New York nel 1990, specializzandosi in fotografia alla Parsons School of Design.  
Negli ultimi 10 anni, Tom ha contribuito ad alcune delle più prestigiose pubblicazioni sulle riviste di tutto il mondo, tra cui Vogue US, Vogue Italia, L'Uomo Vogue, Vogue Russia,Vogue Cina e Vogue Giappone. 

Il fotografo

Ha collaborato con alcuni dei nomi più prestigiosi della moda, tra cui Alberta Ferretti, Armani, AX, Banana Republic, Burberry, Calvin Klein, Chloe, Converse, Cover Girl, Estee Lauder, Gap, Givenchy, H & M, Hugo Boss, Lacoste, Lancome, L'Oreal, Max Mara, Maybelline, Miss Sixty, Moschino e con alcune delle figure più iconiche della musica, come come Beyoncé, Justin Timberlake e Madonna. 
Nel 2008 ha collaborato e diretto il video musicale di Madonna 'Give it to Me', il cui successo lo ha portato a dirigere un secondo video 'Die Another Day' e le riprese del Tour Book for di Madonna "Sticky and Sweet" Tour Mondiale. 
Nel 2010 è stato pubblicato il suo primo libro.

Madonna

Madonna

Jennifer Lopez

Mila Kunis


Julia Roberts

Kate Winslet

Keanu Reeves

Beyoncé

Scarlett Johansson

Christian Bale

Justin Timberlake


21 marzo 2014

Un make up di primavera


Ieri è stato l'equinozio di primavera, è entrato alle 17:57, oggi è ufficialmente primavera.
E come ogni anno il make up si veste di colori.
I maggiori brand hanno già creato le loro nuovi collezioni , con stili differenti, ma con un‘ univoca tendenza una sinfonia di colori, pastelli e "confettati", molto femminili, abbinati in palette, dai rosa al lilla, il radiant orchid, colore Pantone dell'anno, dal verde pistacchio al celeste cielo: sono questi i colori che vestiranno le palpebre, questa primavera 2014.
Dior dedica una collezione a Maria Antonietta chiamandola con il nome della sua residenza parigina Trianon, con colori rigorosamente pastello e texture opache, mentre Chanel aggiunge del rosso alla classica tonalità rosata. 



E se il colore, come sempre, fa da padrone su palpebre e labbra, per il nostro incarnato la parola d'ordine è "leggerezza".
Il trucco appare spogliato di quell'effetto "capotto" che ha contrassegnato i mesi più freddi e coperti dell'inverno, lasciando così spazio a texture velate e leggere. Insomma, rispettare le caratteristiche di ogni donna, come la natura l'ha concepita.
E come la concepisce Mac, con la collezione Magnetic Nude, dove ripropone l'ormai sempre di tendenza "effetto nude", toni naturali e luminosi per tutte quelle donne che non amano il colore e legano la loro immagine alla semplicità.

E così le guance saranno colorate con tonalità pesca e rosate per creare quell'effetto di salute che tanto piace.
Mentre per le labbra, il rosa, l'arancione e il rosso saranno i colori che abbinati o sostituiti con il classico gloss trasparente, vedremo sui volti di tutte le donne.
Sulle unghie, cinquanta sfumature di rosa, celeste ed arancio: nuances che risalteranno ancora di più con la prima abbronzatura.




Testo di Rocco Ingria

Lezioni di moda: Chanel

Mademoiselle Coco
Nome principe del panorama della moda mondiale, Chanel è oggi sinonimo della sua fondatrice, Gabrielle Coco Chanel, e del suo direttore artistico dal 1983, Karl Lagerfeld.
Nata in un orfanotrofio, con un percorso di studi da autodidatta e la fondazione della sua maison nel 1913, Chanel è forse la più importante stilista del XX secolo.
L'uso pioneristico di abiti sportivi per la haute couture negli anni '20, i corti tailleur neri, la bigiotteria, la predilezione per la pelle abbronzata e l'appropriazione di linee maschili sono gli elementi che creano la sua leggenda. Il profumo Chanel n.5, prodotto nel 1921, si afferma tra i classici insieme agli abitini di tweed dal taglio morbido e le borsine in pelle ricamata degli anni '50.
Alla sua scomparsa, nel 1971, Chanel lascia una cospicua eredità di direttive che sono oggi reinterpretate con audacia da Lagerfeld.

Karl Lagerfeld
Tornano i lunghissimi fili di perle preferiti da Mademoiselle Coco, così come le borsette da sera, il tweed si trasforma in soffici leggins con cappellini coordinati, l'amore per uno stile di vita sportivo e all'aria aperta nella creazione di una collezione di tavole da surf e da snowboard firmate Chanel. Lagerfeld è a capo di uno dei pochi atelier di haute couture  rimasti ancora a Parigi.

Chanel - Paris
Nel luglio 2002 la ditta Chanel, in mano alla famiglia Wertheimer, si assicura il futuro nel business dell'alta moda con l'acquisizione di cinque laboratori specializzati tra cui Lesage, la prestigiosa sartoria leader nel settore ricami. Chanel è oggi un pilastro del commercio e nel dicembre 2004  la società ha inaugurato un nuovo megastore a più piani nel distretto dello shopping di Ginza, a Tokyo, con ristorante annesso, il Beige Tokyo, ed una facciata di vetro con luci scintillanti che ricorda il famoso tessuto di tweed della marca.

Chanel - Tokyo
Nel maggio 2005, il Metropolitan Museum di New York apre una mostra dedicata alle innovazioni storiche di Chanel con modelli sia della fondatrice che del titolare attuale.
A parte l'imponente eredità, Coco e Lagerfeld hanno in comune soprattutto l'attrazione per il presente e per il futuro.
Chanel ha detto: "Non guardo al passato nè sono all'avanguardia. Il mio stile segue la vita."

Mademoiselle con il tailleur di tweed


Testo tratto da Fashion Now vol.2 - Taschen



http://www.scuoladitrucco.net/